Ideavision Giornalismo Indipendente

Natura giuridica: Associazioni non riconosciute e comitati - Tipo attività: 949990 - Attività di altre organizzazioni associative NCA

Domicilio: via Starza, 31 84012 Angri (Sa)

Il ricettario in Rosa

Di Sigismondo Nastri e le suggestioni marine del fotografo Armando Montella



Un viaggio lungo la Costiera Amalfitana, attraverso le delizie della cucina tradizionale e le suggestioni di immagini fotografiche “uniche”, quello che proporranno al pubblico la XIII edizione di ..incostieraamalfitana.it Festa del Libro in Mediterraneo ed il Comune di Maiori, giovedì 13 Settembre alle ore 20.00 nel Salone degli Affreschi di Palazzo Mezzacapo a Maiori, con la presentazione di “‘a cannarizia. Ricettario in prosa” di Sigismondo Nastri e “Sussurri amalfitani. Voci e suggestioni del mare” di Armando Montella, entrambi editi da Areablu.

Molti scrivono di gastronomia in rapporto a quello che mangiano nei ristoranti: pietanze elaborate, preparate da bravissimi chef, raffinate nella preparazione e nella disposizione su un piatto. Sigismondo Nastri in “a cannarizia. Ricettario in prosa” si occupa invece di "pietanze semplici, povere", legate al proprio vissuto, a quello che ha imparato in oltre sessant'anni di frequentazioni, di incontri con persone della Costiera Amalfitana: in particolare, anziane signore, eredi degli insegnamenti ricevuti dalle generazioni precedenti.

Chi possiede un'anima romantica continua a nutrirla generosamente con i panorami unici della Divina Costa. Non fa meraviglia che anche nella nostra epoca i "ritrattisti" della Costiera Amalfitana siano numerosi ed eterogenei. Pittori, scultori, fotografi professionisti e dilettanti, utilizzatori di costose macchine fotografiche o di semplici telefoni cellulari, tanto diversi per talento e metodo e tanto amorevolmente uniti per il tema da loro raffigurato. Armando Montella è uno di questi. Le immagini di “Sussurri amalfitani. Voci e suggestioni del mare” sono frutto di grande ricerca e passione smisurata. Nel suo meticoloso lavoro non vi è la semplice cattura di paesaggi che basterebbero già a se stessi per essere definiti straordinari. Non vi è lo "scatto al volo" di uno scorcio o di un panorama, ma uno studio ponderato, talvolta del dettaglio, talvolta dell'insieme.