Paestum - Oltre il digitale per un'emozione viva

"Il futuro del museo non è il digitale, ma l'esaltazione di un'esperienza diretta e autentica in un mondo che è ormai intriso di digitale". È questa la convinzione che ha spinto il Parco Archeologico di Paestum, diretto dall'archeologo Gabriel Zuchtriegel – il più giovane direttore tra i musei MiBAC -, a proseguire con il progetto "Paestum Viva" che prevede laboratori didattici quotidiani e gratuiti per tutti.

Comunicato stampa


"Il digitale serve anche nei musei, ma è solo un mezzo, per la mia generazione ormai scontato, che circonda e pervade il nostro mondo. - afferma il direttore - Io credo invece che andiamo nei musei per fare un'esperienza diversa dalla vita quotidiana."

Il sito di Paestum attualmente offre ai visitatori una video-audioguida sia per bambini che per adulti, una newsletter, un profilo Instagram e Twitter, una pagina Facebook con il chatbot Pizio, un assistente virtuale ideato per rispondere alle esigenze degli utenti che ogni giorno ci contattano. Inoltre, è in atto la digitalizzazione del catalogo e degli archivi. Tutto questo, però, secondo la direzione del Parco non sarebbe che la "normalità” di una gestione all'altezza dei nostri tempi.

"Quello che vogliamo dare in più alle persone - conclude Zuchtriegel- è l'incontro con una realtà diversa dalla quotidianità, come quando si entra nel tempio c.d. Basilica o quando si partecipa a un laboratorio che fa risuonare gli strumenti antichi o fa vedere le ricostruzioni delle armi che si vedono su rilievi e vasi classici".

I laboratori, inclusi nel biglietto d’ingresso al sito, nell’abbonamento PaestumMia e nella card Adotta un blocco, si ripetono alle ore 11.00 tutti i giorni, escluso il lunedì. L’appuntamento è al Museo.

Ideavision Giornalismo Indipendente

Natura giuridica: Associazioni non riconosciute e comitati - Tipo attività: 949990 - Attività di altre organizzazioni associative NCA

Domicilio: via Starza, 31 84012 Angri (Sa)