Vince Bottas. Nessuna sorpresa al G. P. D’Australia


Melbourne, Australia. Ritorno della Formula 1 anonimo. Il gran premio d’Australia 2019 è stato caratterizzato da una gara priva di grandi sorpassi, di intense emozioni. Sono solo due le sorprese, o meglio i fatti che si evincono al termine dei 58 giri: Valtteri Bottas era serio quando aveva annunciato che questo era il suo anno e la Ferrari si porta dietro ancora i problemi di strategia dell’anno scorso. E non solo.

La scuderia di Maranello ha infatti anticipato di molto il pitstop di Sebastian Vettel che con gomma gialla non è riuscito ad avere una buona prestazione, ma la sensazione è che fosse proprio la macchina a non avere abbastanza potenza dal momento che neanche la vettura di Charles Leclerc è riuscita a stare al passo delle Mercedes e della Redbull di Verstappen. Le rosse si sono infatti classificate quarta e quinta a ben un minuto dalla prima posizione di Valtteri Bottas.

Il pilota finlandese ha fin da subito dettato il passo, partendo molto meglio del compagno di squadra Lewis Hamilton, prendendo la prima posizione e non lasciandola più, segnando i tempi migliori giro dopo giro. Brivido, uno dei pochi, verso il finale, quando Max Verstappen, autore di un’ottima gara conclusasi per lui sul gradino più basso del podio, ha tentato di togliergli la soddisfazione del giro più veloce che il pilota Mercedes, è proprio il caso di dire, è corso a riprendersi nel giro successivo, segnando il tempo di 1:25:580 (N.B. quest’anno al pilota che compie il giro più veloce viene assegnato un punto in più).

Gara in salita anche per il campione del mondo in carica Lewis Hamilton in evidente difficoltà rispetto al compagno di squadra, complice probabilmente una strategia sbagliata con il cambio gomme troppo anticipato. E’ comunque riuscito a classificarsi in seconda posizione.

Molto distanti ma in zona punti la Haas di Kevin Magnussen e la Renualt di Nico Hulkenberg mentre i rispettivi compagni di squadra hanno dovuto ritirarsi dalla corsa: Romain Grosejan ha accostato la sua vettura sull’erba per problemi tecnici; Daniel Ricciardo, chiamato ai box in seguito al danno subito alla partenza con perdita dell’alettone anteriore. Weekend da dimenticare per il pilota australiano nel gran premio di casa.

Ottima prestazione di Kimi Raikkonen in ottava posizione seguito a sorpresa da i giovani Lance Stroll e Daniil Kvyat che, visti i trascorsi, hanno tanto da dimostrare e che quindi non potevano cominciare il campionato in modo migliore.

La Formula 1 tornerà tra due settimane, in Bahrein. Una gara che sarà più indicativa riguardo le prestazioni delle vetture, soprattutto dei top team. Una gara che dirà se effettivamente ci sarà una competizione aperta a più scuderie o se il campionato 2019 sarà ancora una volta un monologo Mercedes.

Rosa Rosanova

Ideavision Giornalismo Indipendente

Natura giuridica: Associazioni non riconosciute e comitati - Tipo attività: 949990 - Attività di altre organizzazioni associative NCA

Domicilio: via Starza, 31 84012 Angri (Sa)